venerdì 28 settembre 2007

domenica 23 settembre 2007

Arancia Meccanica a Cervinara?


CMC: Arancia Meccanica...

L'oscuro episodio di violenza a danni di una Donna straniera ha frastornato la nostra comunità, lasciandoci senza parole. Il circo mediatico, come al solito, ha creato i mostri da sbattere in prima pagina, non per la violenza in sé per sé, ma per la tragica fatalità di una vita spezzata, qualche giorno dopo, da un incidente stradale.

Riflettiamo...

Dovrebbe essere la Legge a condannare i presunti autori, non di certo la televisione che continua ad essere la droga più usata dalla Nazione. Nelle nostre zone sono frequenti gli episodi di vandalismo, dalla villa comunale alla stazione ferroviaria. Violenza stupida rivolta contro strutture o contro monumenti, vedi la Statua in Villa Comunale. Ma non si era mai arrivati a tanto, si sente sussurrare per le strade. E' strano, ma se per assurdo il caso non veniva fuori, tutta la massa avrebbe continuato a vivacchiare nella mediocrità. Ciò significa che la passività avvolge le nostre menti, bersagliate da stimoli commerciali, obbligandole a piegarsi ad un $istema scandito dal ripetitivo imperativo "producispendicrepa"!

Bisogna lavorare tra la nostra gente, per la nostra gente, con la nostra gente!

Creare l'alternativa ad un $istema che non crede più nella socializzazione tra le anime delle comunità umane. Costruiamo le basi per una RIVOLUZIONE ETICA e CULTURALE. I partiti non sono più un contenitore di idee, ma solo dei nuovi uffici di collocamento. Al contrario dobbiamo spingere per tornare a recitare un ruolo da protagonisti nella vita di tutti i giorni!


Arancia Meccanica a Cervinara?

Il celebre film di Kubrik, secondo le maggiori testate giornalistiche nazionali, tra tutte Sky News, sarebbe stato inscenato in un piccolo centro dell'Irpina...

Purtroppo, la nostra "piccola" cittadina è spesso al centro dell'attenzione dei mass media. Vantiamo qualche apparizione su Striscia la Notizia e di certo ricorderete tutti la storica giornata che ci gettò alla ribalta nazionale grazie ad un banale episodio, con in prima linea un provolone cervinarese. Emblematico un personaggio dal nome di Capitan Ventosa, sempre per la trasmissione di Antonio Ricci, il quale ci allietò della sua presenza a causa di un cane, sempre cervinarese, che si faceva i fatti suoi in un vallone...

Come dimenticare, a questo punto, le tragiche giornate di fine dicembre, del 1999. Quello fu il momento di massima notorietà per la ridente cittadina caudina. Alluvione, fango e disperazione da sfruttare, mica da evidenziare per aiutare concretamente chi perse tutto. Un discorso a parte merita il grande Potito Starace, fiore all'occhiello del tennis tricolore, che con le sue magiche imprese porta un bel po' di lustro a Cervinara. Almeno in ambito sportivo.

La Dea televisione, quindi cari utenti, è presente. Avete la prova della sua esistenza. Ti regala, accontentandoti, anche quei famosi minuti di notorietà. Punto. Oggi dipinti come periferia d'Italia, dimenticati da tutto e tutti, in primis dai politicanti, visto che le tarantelle elettorali sono piuttosto lontane. Tranne la televisione dimentica le terra del Meridione. La rima c'è...

I suoi messaggi, subliminali e non, stanno forgiando una Nazione senza spina dorsale, basata, innanzitutto, sul lavoro precario per i giovani, condito dal solito giro di raccomandazioni e sostenuto dalle banche private. In barba alla naturale meritocrazia. Eccolo il Regime del Nulla che avanza e si consolida, anche grazie ad uno stupido schermo di un televisore. Ma cosa c'è dietro? Qual è l'interesse che spinge "l'informazione" a parlare di noi? Non è $olidarietà. Non è $occorso...

Sì, proprio Arancia Meccanica è il film che ci dipinge meglio, al momento. Ma non solo per la scena della violenza di gruppo, assolutamente. Quel film parlava di una società post industriale, alienata e alienante, dove il sistema cercava addirittura di manipolare il cervello deviato e non allineato di Alex, il protagonista "cattivo" del lungometraggio.

Ecco, questa è l'immagine che più ci rispecchia, ossia occhi spalancati in balìa del Regime del Nulla. Grande Fratello, Isola dei Famosi o i programmi dell'alta borghesia parabolica, sono i vostri modelli o fonti di discussioni accese? Vi appassionate ai delitti "modello Cogne", con Bruno Vespa co-protagonista che distoglie l'attenzione dai veri problemi dell'Italia?  

Forse preferite i programmi più impegnati come Le Iene o proprio Striscia la notizia... Questo è un caso caratteristico del politicamente corretto, ne parlavamo prima. I paladini della Giustizia, nel duemila e sette, sono diventati quattro bravi giornalisti televisivi, che girano l'Italia, su e giù, smascherando i misfatti e le magagne del Bel Paese?

La situazione è penosa. Tra un po' prenderanno vita anche i due grandi poli "moderati" di Centro Destra e Centro Sinistra, incrementando il processo di americanizzazione irreversibile della società. La Terza via sarà risucchiata da questi schemi?

Si prospetta, a nostro giudizio, l'involuzione della politica. Occorre rimboccarsi le maniche, bisogna reagire con forza, ardore e civiltà. E' in ballo il futuro di una Nazione, oppressa dai mutui, dal Potere e da una scellerata classe politica, a dir poco fuori dalla realtà. Noi siamo la periferia d'Italia, la provincia di una Patria s.p.a., dove un gruppo di giovani perde la ragione e diventa il caso della giornata.

Limitiamoci all'ipocrita indignazione. Questo recita il copione. La Comunità Militante Caudina 451 se ne frega altamente degli schemi! Preoccupiamoci della difesa della nostra comunità, non ci stancheremo mai di dirlo e di farlo. Abbiamo nuove prospettive per lottare. Nuovi orizzonti, nuove prospettive. Superiamo gli obsoleti concetti di centro, destra e sinistra. Non solo in circostanze estreme, come questa o per l'altra questione della lotta all'amianto, che tra l'altro sta iniziando a crescere. Non fatevi ingannare dalla presunta visibilità che un problema può ricevere grazie alla vasta cassa di risonanza della tv. Dobbiamo smetterla di delegare la difesa dei nostri diritti alla Dea televisione o a comici come Beppe Grillo, con tutto il rispetto per le tematiche affrontate. 

Cambiamo pagina! La Comunità Militante Caudina 451 continua la battaglia!

"L'unica cultura che riconosco è quella delle idee che diventano azioni!" Ezra Pound

domenica 16 settembre 2007

NO AMIANTO!






Foto scattate dai militanti della CMC321 per il Movimento Caudino No Amianto



 

sabato 15 settembre 2007

La Comunità Militante Caudina 451 dichiara guerra all’amianto | RASSEGNA STAMPA

La Comunità Militante Caudina 451 dichiara guerra all’amianto

La Comunità Militante Caudina 451, associazione giovanile di promozione sociale, ha dato vita al Movimento Caudino No Amianto e stamani effettuerà il primo presidio all’interno del Parco San Vito, dove sorgono le case popolari cervinaresi, in via Variante. La Cmc451 ha, inoltre, diffuso il seguente volantino che chiama a raccolta tutte le associazioni territoriali e i cittadini che hanno a cuore la tematica della salute. I primi ad aderire sono stati i volontari dell’Ekoclub International, seguiti dall’associazione culturale La Fontana. Le adesioni si possono effettuare sul nuovo blog messo in rete in questi giorni e lanciato ufficialmente proprio durante il presidio, dove tra le altre cose, sarà presente un gazebo con materiale informativo, fornito di libri non conformi. 

Questo è il testo diffuso dai militanti caudini:

 “La grave situazione legata all’amianto è sotto gli occhi di tutti. Noi vogliamo reagire cercando l’aiuto di singoli ed associazioni che operano sul territorio. Non dobbiamo assolutamente delegare la nostra lotta ai vari programmi televisivi della Endemol come “Striscia la notizia” o “le iene”…Difendiamoci da soli! La Cmc 451 inizia la Guerra all’amianto! Oggi nasce il MOVIMENTO CAUDINO NO AMIANTO, che sarà il punto d’incontro di tutti coloro che vogliono ribellarsi al degrado!”

Tutti i cittadini potranno, in tal modo, inviare materiale inerente al problema, scattare fotografie, registrare filmati e spedire tutto al seguente indirizzo di posta elettronica, cmc451@gmail.com. Questo è l’indirizzo web del nuovo sito, www.noamianto.blogspot.com. Da segnale anche la completa disponibilità dei Verdi caudini, anche se ora si attendo le adesioni ufficiali anche dalle Istituzioni locali.


Corriere dell'Irpina, 16 settembre 2007


Rassegna stampa

https://cmc451.blogspot.com/2007/09/corriere-dellirpinia-16-settembre-2007.html

https://avellinononconforme.forumcommunity.net/?t=29778192

http://www.vallecaudina.net/attualita/la-comunita-militante-caudina-451-dichiara-guerra-allamianto.html

http://noamianto.blogspot.com/2007/09/tratto-da-wwwcmc451blogspotcom.html