lunedì 16 dicembre 2013

domenica 15 dicembre 2013

Il ricordo dei morti nella lettera della “Comunità Militante 451”


Cervinara, 16 dicembre
Il ricordo dei morti nella lettera della “Comunità Militante 451”

C’è anche il direttivo della Comunità Militante Caudina 451 a ricordare le vittime della tragica notte tra il 15 e 16 dicembre del 1999 che a Cervinara fece ben cinque vittime.
E tramite questa lettera, che Ottopagine pubblica integralmente, i giovani componenti dell’associazione caudina vogliono esprimere il loro ricordo di quegli eventi:

Avevano detto che sarebbe finito tutto in poco tempo. Avevano detto che presto tutti i bambini sfollati avrebbero avuto un tetto. Ricordo che c’era anche la televisione. Un piccolo paese sbattuto in prima pagina sui giornali. Ricordo il frastuono dell’acqua. Ricordo quelle vite spezzate e cancellate dalla furia distruttiva della nostra montagna. Accadde tutto in così poco tempo, in troppo poco tempo. L’esercito fece la sua comparsa. I politici di turno vennero a rassicurarci che non saremmo stati dimenticati. Era il solito copione che si ripeteva. Ricordo chi, senza chiedere nulla in cambio, si rimboccò le maniche per aiutare chi aveva perso tutto. Ricordo che tra i tanti soccorritori c’erano anche quei ragazzi che avevano avvisato le istituzioni del pericolo che incombeva. Ricordo anche come siano stati azzittiti da quelle persone che ora hanno la coscienza macchiata dal loro stesso menefreghismo. 
Ricordo…ed è un ricordo che fa male…
Poi venne il giorno in cui i riflettori si spensero su questo piccolissimo paese, l’Italia continuò ad andare avanti come se nulla fosse accaduto. Ma lontano dagli occhi delle telecamere, e lontano dai pensieri dell’Italia puritana e bigotta, gruppi di uomini continuarono a spalare il fango che aveva invaso le loro case. 
Cervinara ripiombò nell’oscurità e nell’ anonimato. 
I segni di quella notte sono ancora ben visibili, forse quei ruderi sono stati eletti a “monumento” in ricordo delle vittime. Forse è ancora troppo presto per cancellare quella notte. 
Forse in quest’Italia, lenta e sorniona, è ancora troppo presto per ricordare le nostre vittime e tutti coloro che si son prodigati per salvare molte vite umane”.

Fonte: Ottopagine 16/12/2007
http://www.vallecaudina.net/attualita/1416.html
http://www.vallecaudina.net/attualita/cervinara-il-ricordo-della-tragedia-a-otto-anni-dallalluvione-la-memoria-di-quelle-drammatiche-ore-nel-commento-dei-superstiti-il-giorno-dellanniversario.html

mercoledì 4 dicembre 2013

INTERVISTA A MARCELLO DE ANGELIS

Intervista a Marcello De Angelis
4 dicembre 1999

A volte succedono cose assurde. Prendete come esempio questa intervista, datata quattro dicembre 1999, rilasciataci da Marcello De Angelis dopo una conferenza/dibattito “Sulle orme del Capitano a cento anni dalla nascita di CZ Codreanu (1899/1999)”.
Doveva essere pubblicata sul primo numero di OF, ma dopo una manciata di giorni il nostro paese venne travolto e stravolto da una maledetta alluvione. L’intervista cadde nel dimenticatoio. L’abbiamo rispolverata perché crediamo sia interessante da analizzare, a distanza di tempo...

Tante cose sono cambiate, da quel giorno...

Buona lettura…

venerdì 29 novembre 2013

giovedì 28 novembre 2013

COORDINAMENTO SPONTANEO AIUTI POPOLO SARDO - RASSEGNA STAMPA


Inseriamo la prima parte della rassegna stampa del
 "COORDINAMENTO SPONTANEO AIUTI POPOLO SARDO"

Grazie alla stampa libera e pluralista

mercoledì 27 novembre 2013

COORDINAMENTO SPONTANEO "Aiuti al Popolo Sardo".


Comunicato Stampa del 27 novembre 2013
Nasce il Coordinamento Spontaneo Aiuti al Popolo Sardo.

Il Coordinamento Spontaneo “Aiuti alla Popolazione Colpita dall'alluvione in Sardegna” rende noto alla cittadinanza che sono aperte le operazioni di volontariato nei “Punti raccolta” delle associazioni sotto elencate. Il Coordinamento si mobilita direttamente con le seguenti realtà associative di Olbia, che operano sul territorio colpito dalla tragedia:
 - L'Associazione Culturale “Sas Janas” (finalità educative, ricreative e naturalistiche. Promuove attività sociali di carattere ambientale, turistico, sportivo.)
- L'Associazione di volontariato “Pollicino Onlus” (Assistenza bambino in ospedale, assistenza domiciliare, promozione, tutela e valorizzazione diritti sociali, morali e civili dei minori)
-Il Centro aiuto alla vita di Olbia (sede nazionale) (sostiene i bambini/e da 0 a 24/36 mesi attraverso la distribuzione alle famiglie di panni, latte artificiale, omogeneizzati, pappe, corredino, passeggini, culle e quanto serva per i neonati).
Le tre associazioni operano tutto l'anno e per l'emergenza si sono mobilitate spontaneamente in queste ore. Inoltre, collaborano attivamente con la Caritas e la Protezione Civile della zona.

Questo è l’elenco ufficiale del materiale che serve in questo momento:

-stufe elettriche
-deumidificatori (in abbondanza)
-stracci
-disinfettanti per la casa (amuchina e altri)
- igiene personale (spazzolini, dentifricio,igiene intima)
-guanti
-coperte
-cuscini
-attrezzature da lavoro
-pappe per neonati
-vestiti per neonati taglie 12-24 mesi (soprattutto intimo)
-pannoloni
-vestaglie per adulti (nuovi)
-pantofole e abiti (nuovi) per adulti
-cibo non deperibile (in scatola)

CERVINARA AV

Punti Raccolta ATTIVI:

Cervinara / Valle Caudina:
Movimento Caudino No Amianto – Comunità Militante Caudina 451, Piazza Trescine tutti i giorni dalle 11.30 alle 20.30. Per informazioni o richieste: 3927296543  oppure ueam@libero.it
Protezione Civile” Nucleo Cervinara”, Via Macello tutti i giorni dalle 16 in poi.
Avellino:
Movimento  Azione  Sociale Via San Francesco Saverio, 3. Martedì, mercoledì e giovedì dalle 16 alle 19.30. Per informazioni o richieste: 3381409137 oppure mas1922@libero.it
Benevento:
Associazione “Generoso Simeone” C/o via Porta Nuova, zona Triggio, tutti i martedì dalle 16 alle 20. Per informazioni o richieste 3208150700 oppure info@associazionesimeone.it 
per adesioni: https://www.facebook.com/coordaiutisardegna

rassegna stampa:

mercoledì 20 novembre 2013

DIBATTITO - COSA C'E' SOTTO? - FOTO





Dibattito ambientalista del 16 novembre 2013
Organizzato da Istituto Einaudi Cervinara, Microphonix e Movimento Caudino No Amianto

lunedì 18 novembre 2013

CORTEO - COSA C'E' SOTTO? - FOTO







Corteo ambientalista del 16 novembre 2013
Organizzato da Microphonix e Movimento Caudino No Amianto

sabato 16 novembre 2013

Corteo e dibattito "Cosa c'è sotto" Cervinara - VIDEO


Servizio di UserTv del 16 novembre 2013

Organizzato dall'Istituto Luigi Einaudi, dall'Associazione Microphonix e dal Movimento Caudino No Amianto di Cervinara, si è tenuto oggi il corteo per le strade principali del centro caudino per sensibilizzare sulle problematiche ambientali che in questi giorni stanno interessando l'opinione pubblica. Dal dibattito che ne è seguito, presso la sala Convegni ex-macello di via Rettifilo, con la partecipazione di autorità, giovani ed esperti del settore, è emersa la necessità di non abbassare il livello di guardia per scongiurare situazioni tipo la Terra dei Fuochi e comunque di verificare lo stato del nostro territorio.




mercoledì 13 novembre 2013

16/11 MOBILITAZIONE A DIFESA DELL'AMBIENTE


Comunicato stampa MCNA del 13 novembre 2013 
16/11 TUTTI IN PIAZZA! No agli sversamenti illegali dei rifiuti, no alla bonifica, come spartizione dei fondi e sì alla bonifica delle coscienze e della cultura Civica

Cervinara- Per Sabato 16 novembre è stata organizzata dagli studenti delle scuole superiori cervinaresi, con la collaborazione del Movimento Caudino No Amianto e dell’associazione Microphonix in Eco, una mobilitazione generale contro l’emergenza rifiuti. Il tema della protesta popolare è chiaro: “No agli sversamenti illegali dei rifiuti, no alla bonifica, come spartizione dei fondi e sì alla bonifica delle coscienze e della cultura Civica”.

Il programma prevede il concentramento di studenti e cittadini presso la Villa Comunale in Via Roma alle ore 9 e successivamente da lì partirà un corteo per le strade del centro caudino, che si chiuderà presso la sala convegni, intitolata alla memoria del compianto Nicodemo De Vito, in Via Macello.
La struttura comunale, alle 10 e 30 ospiterà la video proiezione del documentario “Biutiful cauntri”, che affronta il tema della crisi dei rifiuti in Campania e dell'inquinamento nella regione italiana, focalizzandosi sui problemi delle innumerevoli discariche abusive, dell'ecomafia e delle conseguenze dell'inquinamento sull'allevamento, in particolare delle pecore, e sull'agricoltura, oltre a fornire degli indizi sul fatturato derivante dallo smaltimento illegale dei rifiuti. Il film rappresenta l'avvelenamento lento della popolazione a causa dell'inquinamento causato dalla camorra e sfrenato dai politici e dal governo.
Successivamente ci sarà un dibattito incentrato sulla drammaticità della situazione in Campania, con la necessaria attenzione al territorio caudino. Interverranno il Sindaco Filuccio Tangredi, i rappresentanti degli studenti, attivissimi per organizzare al meglio l’appuntamento ambientalista, l’assessore all’ambiente ed i vari esponenti delle associazioni impegnate sul territorio, con il supporto di alcuni esperti in materia.
E’ l’occasione giusta per fare quadrato -dichiara Nunzio Marcarelli, responsabile del Movimento Caudino No Amianto- su questioni di vitale importanza per la salute dei cittadini e per il futuro della nostra terra”. Nelle prossime ore sarà diramato il comunicato ufficiale della manifestazione caudina. Infine, una delegazione partirà da Cervinara per essere presente anche al corteo “Stop biocidio” organizzato nel pomeriggio a Napoli.

Il Direttivo Movimento Caudino No Amianto.

martedì 12 novembre 2013

mercoledì 16 ottobre 2013

martedì 15 ottobre 2013

CMC451: MTV, LA FAMIGLIA NON SI U.S.A.!


Comunicato Stampa CMC451 del 15 ottobre 2013
Cmc451: Mtv, la famiglia non si U.S.A.!

Cervinara- Azione eclatante a firma della Comunità Militante Caudina 451 che ha esposto uno striscione sul nuovo caso mediatico in onda in questi giorni che fa da cassa di risonanza nazionale, ossia la vicenda di una giovanissima coppia di Italiani alle prese con la nascita di ben tre bambini. “MTV, La famiglia non si USA” è il testo del messaggio srotolato dai militanti della Cmc451 sui cancelli della Villa Comunale, in Via Roma, a Cervinara.

Chiariamo subito che non abbiamo intenzione di giudicare le scelte della famiglia in questione, già ospite di programmi del genere, perché ognuno è libero e consapevole, ma la nostra Comunità vuole esprimere il legittimo dissenso verso il messaggio che è filtrato dagli schermi. Oggi solo il clamore televisivo e commerciale sostiene la battaglia a difesa della famiglia. Noi crediamo in uno Stato etico, oggi assente, che abbia come primo punto all’ordine del giorno la realizzazione di politiche sociali efficaci per sostenere il futuro della Nazione. Il nuovo e seguitissimo programma televisivo “16 anni e incintain onda su Mtv, emittente americana simbolo dell’occupazione culturale e musicale a stelle e strisce, ha seguito con le telecamere la nascita di un bambino" – si legge nella nota del Direttivo – proprio nel Parco San Vito, area che la Cmc451 ha sempre evidenziato per la creazione di spazi sociali e ricreativi: “Nel 2007 e nel 2010 abbiamo manifestato per risolvere le problematiche legate al territorio del Parco San Vito, riuscendo a coinvolgere tanti  giovani e  l’Azione Cattolica locale. Tuttavia, il mondo politico era ed è impegnato alla corsa verso le poltrone, da destra a sinistra e troppa gente preferisce i mondi virtuali e i pettegolezzi di rito all’impegno sociale diretto”.
La Cmc451 chiude la nota con un lanciando una sfida propositiva ai giovani del neonato Forum. “Invitiamo le ragazze e i ragazzi del Forum dei Giovani e tutte le associazioni culturali a riunirci proprio nel Parco San Vito per ripartire tutti insieme ed affrontare i problemi reali delle famiglie cervinaresi, spegnendo il televisore e accendendo la passione per la propria Terra”.

Ufficio Stampa Comunità Militante Caudina 451

rassegna stampa


giovedì 10 ottobre 2013

CMC451: Prima Rassegna Virtual Fotografica Ecologica Culturale Goliardica per Cervelli vivi. - VIDEO

Prima Rassegna Virtual Fotografica Ecologica Culturale Goliardica per Cervelli vivi.

Abbiamo lanciato tre lavori in rete per propagandare il nostro spazio. Troverete di tutto e di più. Immagini veloci, fiammate di colore, Foto assurde e profonde. Una sorta di Finestra NON  conforme sul nostro pianeta. Antropologia applicata ai giorni nostri, che viene filtrata tramite una miriadi di immagini. Il mondo visto dai nostri Cervelli.
Buona Visione.


Primo numero del 7 ottobre 2013

Secondo numero dell'8 ottobre 2013

Terzo numero del 9 ottobre 2013


Quarto numero del 9 novembre 2013

sabato 28 settembre 2013

CMC451: LA CASTA CI CASTRA!


Comunicato Stampa CMC451 del 28 settembre 2013
Cmc451: La casta ci castra. Incontro con l'Onorevole Carlo Sibilia (M5S)

Cervinara- Durante il presidio del Movimento 5 Stelle locale, con il suo stile chiaro e diretto, la Comunità Militante Caudina 451,  ha dato il benvenuto all'Onorevole irpino Carlo Sibilia.
"La casta ci castra..." è il testo dello  striscione appeso sui cancelli della Villa Comunale di Via Roma a pochi passi dal gazebo informativo del M5S cervinarese.

"Abbiamo accolto il giovane Sibilia in maniera positiva, congratulandoci per il suo storico intervento del 21 maggio scorso alla Camera dei Deputati contro la casta dei poteri forti e spesso occulti- dichiara il Direttivo della Cmc451.  Rendiamo onore a chi si schiera a difesa del Popolo italiano, indipendentemente dalla matrice politica d'appartenenza. Incontrare l'Oneorevole Sibilia è stata l'occasione per affrontare tematiche sociali, economiche ed etiche, senza bavagli e con apertura mentale lontana dagli stereotipi del passato. La Sovranità nazionale e monetaria sono punti che ci trovano in sintonia con il M5S, l'unico movimento che in Parlamento ha affrontato la delicata questione. Il debito pubblico, che sta annichilendo l'Italia, nasce dal prestito usuraio che lo Stato, per poter disporre di moneta, è costretto a contrarre con le banche private, proprietarie della Banca Centrale Europea".

Inoltre, la Cmc451 sostiene la raccolta firme a difesa dell'Articolo 138, che i potenti di turno vorrebbero modificare: "L'Italia è sempre di più una colonia, gestita da interessi sovranazionali. La modifica dell'articolo in questione potrebbe essere l'ennesimo passo indietro per la democrazia partecipativa". La nota dei militanti caudini si chiude con un'amara constatazione: "Avere uno Stato in balia di una casta politica al servizio di persone non elette dal popolo è per noi sinonimo di dittatura. Il sistema piramidale che ci opprime sta spingendo l'Italia verso il baratro, senza spiragli verso il futuro. La Comunità Militante Caudina 451 lancia un appello ai cittadini antagonisti a questo sistema, per difendere ciò che resta di una Penisola in perenne svendita".

Ufficio Stampa Comunità Militante Caudina 451


L'Onorevole Carlo Sibilia (M5S) tra i militanti della CMC
rassegna stampa

venerdì 13 settembre 2013

CMC451: intervista USERTV


Intervista ad UserTv

Intervista al Presidente e fondatore della comunità militante caudina dopo la manifestazione di protesta a favore della Siria presso la ex base Nato di Montevergine.
Un punto della situazione per quanto riguarda anche la problematica dell'Amianto e dei movimenti giovanili a Cervinara e Valle Caudina.
Intervista dI F. Pitaniello
Riprese G. Marchese

domenica 8 settembre 2013

CMC451; NO ALLA GUERRA IN SIRIA!


Comunicato Stampa CMC dell'8 settembre 2013
Cmc451: No alla guerra in Siria

Irpinia- La Comunità Militante Caudina 451 rivendica l’affissione in Irpinia di due striscioni all’esterno di ciò che resta della Base Nato di Montevergine a Mercogliano e in Piazza Trescine a Cervinara:“8 settembre 1943 – 8 settembre 2013 ieri l’Italia, oggi la Siria” e un emblematico “Siria Libera”. I militanti della Cmc451 hanno scelto di ricordare l’infausta data dell’8 settembre 1943, giorno del vile armistizio firmato dal Maresciallo Badoglio, consegnato poi alle forze alleate che da allora occupano la Penisola militarmente e culturalmente.

Questa è un’azione a difesa della pace in Siria, minacciata dalle bombe democratiche americane, le stesse che hanno insanguinato le nostre città durante l’ultimo conflitto mondiale. “Siamo partiti a piedi e abbiamo marciato per  ben 30 chilometri fino all’ex Base Nato, ora utilizzata per interessi civili. Srotolare gli striscioni su quei cancelli per noi ha un significato particolare –dichiara il direttivo della Cmc451 – visto che in queste ore la Siria del presidente Bashar Al Assad potrebbe subire un attacco militare, senza prove concrete  e senza un apparente motivo. Le presunte armi chimiche potrebbero essere solo il casus belli di una guerra voluta da interessi sovranazionali che calpestano i legittimi governi territoriali.
Gli Stati Uniti d’America e i loro stati satellite addirittura appoggiano i partigiani siriani, legati al terrorismo vicino ad Al Quaeda e questo dato di fatto sta scatenando polemiche e proteste in tutto il mondo. Una situazione per molti versi simile all’8 settembre del 1943 in Italia".

“Non a caso abbiamo optato per questa data, a nostro parere la più triste della nostra Patria. Da quel giorno l’Italia non è più un Paese con una Sovranità nazionale -continua la nota della Cmc451- ed abbiamo voluto ricordare il sacrificio di centinaia di migliaia di Italiani che scelsero, dopo l’8 settembre,  la Repubblica Sociale Italiana per difendere l’Onore della Patria. L’Italia di ieri e la Siria di oggi sono due dei tanti stati nazionali annichiliti dalla potenza capitalista e militare a stelle e strisce. Non vogliamo un nuovo bagno di sangue, sia per il popolo Siriano e sia per i militari Italiani comandati dalla Nato -concludono i militanti- e auspichiamo una soluzione diplomatica concreta”.

Ufficio Stampa Comunità Militante Caudina 451



giovedì 8 agosto 2013

ANTONIO SACCO, CERVINARA NON DIMENTICA


Comunicato Stampa dell'8 agosto 2013
ANTONIO SACCO, CERVINARA NON DIMENTICA

La Comunità Militante Caudina 451, in occasione della "Giornata Nazionale del Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo", invita la cittadinanza ad una profonda riflessione per onorare la memoria delle Morti bianche dei compatrioti in Patria e all'estero.

"Questa commemorazione nazionale è stata istituita in memoria della tragedia di Marcinelle, in Belgio,- ricordano i ragazzi del Direttivo Cmc451- quando crollò una miniera e persero la vita quasi 300 minatori, in maggioranza Italiani. Tra i 262 caduti, purtroppo, c'era anche il piccolo Antonio Sacco, Cervinarese emigrante che ha perso la vita alla tenera età di 16 anni. E' lui il simbolo di questa immane tragedia. Cervinara non dimentica i propri martiri".

Il Direttivo della Comunità Militante Caudina 451


rassegna stampa

venerdì 2 agosto 2013

CMC451: AVANTI FORUM DEI GIOVANI


Comunicato Stampa CMC451 del 2 agosto 2013
Cmc 451: il Forum dei Giovani è in movimento

Il Forum dei Giovani è in movimento, finalmente – dichiara il direttivo della Comunità Militante Caudina 451”. La riunione organizzativa del 31 luglio, tenutasi in Piazza Trescine presso la vecchia sala consiliare, alla quale hanno partecipato cittadini, alcune associazioni e rappresentanti di varie aggregazioni giovanili, segna la fine di un travagliato periodo di rodaggio per la nuova realtà Cervinarese.
 “Il percorso per la formazione del Forum dei Giovani è stato fino ad ora lungo e tortuoso. Troppo per i nostri gusti- affermano i militanti della Cmc451- perché non è possibile che una cittadina come Cervinara non abbia un punto di riferimento aperto a tutta la comunità. Noi continuiamo ad essere fiduciosi, ma non ci facciamo esaltare da facili entusiasmi. Sia la Comunità Militante Caudina 451 sia il Movimento Caudino No Amianto hanno a cuore questa importante iniziativa da tempo. Nessuno si vuole cullare sul passato e quindi in questo mese lavoreremo, insieme agli altri, affinché si possa stilare uno statuto iniziale, ovviamente che rispetti tutti i canoni burocratici necessari per l’attivazione. In un anno abbiamo valutato bene la situazione. La pagina in internet del Forum dei Giovani è cresciuta al tal punto da essere una delle più visitate in rete. Oltre 2700 iscrizioni virtuali, tantissime discussioni ed informazioni che alla fine si sono concretizzate in questo nuovo incontro”.
Per la Cmc451 il referente del futuro Forum è Francesco Casale: “Abbiamo oltre un mese per mettere nero su bianco non solo lo statuto, che è basilare, ma soprattutto la voglia di riscatto della gioventù locale, che a nostro giudizio – dichiara il giovane militante – ha tutte le carte in regola per affrontare il futuro a testa alta”.
Da segnalare la presenza del sindaco Filuccio Tangredi, che ha assicurato la massima disponibilità per scavalcare gli intoppi burocratici e organizzativi. Il prossimo appuntamento è datato 5 settembre. “Non si torna indietro – chiude il direttivo della Cmc451- perché non abbiamo il lusso di aspettare e perdere altro prezioso tempo. Il vento deve cambiare”.

Il Direttivo Comunità Militante Caudina 451

rassegna stampa