martedì 16 marzo 2021

UNA SPERANZA PER PASQUALE | La Nuova Caudium c'è!


La raccolta fondi "Una speranza per Pasquale", nata spontaneamente dal basso sulla piattaforma GoFundMe, sta per raggiungere l'obiettivo iniziale. Una vera e propria mobilitazione Caudina che, oggi 17 marzo 2021 alle ore 7:00, fa registrare un incasso di 49.001 euro

Gutta cavat lapidem, letteralmente "la goccia perfora la pietra". 

La famosa locuzione latina vale come esortazione pedagogica per ricordare che con una ferrea volontà si possono conseguire obiettivi altrimenti impossibili. In questo caso il Cuore della Nuova Caudium ha scavato la roccia dell'indifferenza per dare una mano concreta allo sfortunato giovanotto di Paolisi.  

Centinaia di Donne e Uomini hanno donato, sia in forma anonima, sia con nome e cognome, una speranza alla Famiglia di Pasquale Russo, riscendo a strappare un sorriso sincero, dal valore inestimabile, nonostante il frangente abbastanza difficile da affrontare.

La colletta digitale su GoFundMe, fino ad ora, ha registrato il sostegno di molte realtà aggregative caudine come il Forum dei Giovani Bucciano, la Parrocchia dei "Santi Giovanni B. e Martino V." Gruppi parrocchiali di San Martino Valle Caudina, l'Associazione Caudium Theatrum di Cervinara,  l'Associazione "O' Cardill" di Rotondi, il  Ritrovo giovani "San Michele Arcangelo" in onore di Michele Izzo "Con il popolo" di Arpaia, il Forum dei Giovani di Pannarano, il 126° Club Frecce Tricolori di Cervinara, il Reparto di Radiologia Ospedale San Pio "Rummo" di Benevento, la storica Società di Mutuo Soccorso tra gli Operai di Cerreto Sannita,  la Sezione AA.RR. di Napoli, l'Associazione culturale "Scusate il ritardo" di Moiano, il Coro "San Michele Arcangelo" di Arpaia, i ragazzi del FantaPeppe 20/21 e la Scuola Calcio Piccolo Melici di Rotondi.

Lo Schiaffo 321 riporta l'appello lanciato il 7 febbraio 2021. Un disperato grido d'aiuto che non è rimasto inascoltato, anzi ha dimostrato, per l'ennesima volta, che il Popolo Caudino è davvero unito dal basso, al contrario dell'Unione dei Comuni, che sembra divisa dall'alto.

Invitiamo, con solerzia, le lettrici ed i lettori del nostro foglio digitale a fare un ultimo sforzo, anche in forma anonima, per completare questa nobile azione diretta e trasparente, dettata dalla fratellanza popolare e dalla pura solidarietà.

Avanti Pasquale, non sei solo a combattere!

Alba sulla Valle Caudina

L'APPELLO

Salve a tutti, siamo un gruppo di  amici  abbiamo deciso di iniziare questa raccolta fondi per donare  una speranza a Pasquale - si legge nella lettera pubblicata sulla piattaforma di raccolta fondi in rete "GoFundMe". Pasquale ha ventidue anni è sempre stato un ragazzo molto gentile e solare, nonostante non abbia avuto una vita molto tranquilla come la maggior parte dei ragazzi della sua età. Tre mesi fa dopo un malore, la corsa in ospedale i dottori gli hanno confermato una terribile diagnosi: linfoma di Hodgkin al terzo stadio e  leucemia di primo stadio… 

Così è arrivato per lui il momento di scendere in battaglia e combattere. È iniziata così la sua guerra quotidiana contro il cancro. 

Ha tanta forza ma la vita sembra remargli contro ancora una volta, in quest’ultimo periodo la  casa dove abitavano è stata venduta e loro sono costretti a cambiare casa, in un momento molto delicato per lui. Con lui vive sua mamma e il fratello più piccolo, ma l’unica entrata al momento è proprio quella di Pasquale con la sua cassa integrazione, lui lavorava al bingo di Roma ma data l’emergenza è un bel po’ che non lavora ed il suo contratto ha scadenza a giugno….

Vi chiediamo di unirci tutti per dare una speranza ad un ragazzo che merita tanto.

Per dire la Vostra, contattateci all'indirizzo di posta elettronica caudiumpatrianostra@gmail.com oppure tramite Twitter @SchiaffoLo



La foto "Alba sulla Valle Caudina" è uno scatto di Michele Mastrosimone (Panorama dal monte Taburno) 

Per donazioni:

https://www.gofundme.com/f/una-speranza-per-pasquale?utm_campaign=p_cp+share-sheet&utm_medium=copy_link_all&utm_source=customer

Nessun commento:

Posta un commento